Terrasanta.net | Storie, attualità e archeologia dal Medio Oriente e dal mondo della Bibbia
Storie, attualità e archeologia dal Medio Oriente e dal mondo della Bibbia
L'origine del monachesimo in Terra Santa è avvolta da un certo mistero. Vogliamo accostarci alla storia e alla ricchezza di questa tradizione che affonda le sue origini nei primi secoli cristiani.

All’ombra di Gerusalemme

Alberto Elli
28 gennaio 2008
email whatsapp whatsapp facebook twitter versione stampabile
All’ombra di Gerusalemme
Monaco affacciato su uno dei cortili interni del monastero di San Saba, nei Territori Palestinesi. (foto D. Zanetti)

L’origine del monachesimo in Terra Santa è avvolta da un certo mistero. Alcuni, seguendo in ciò la tradizione patristica, lo vogliono un prodotto d’importazione dall’Egitto, dove sarebbe nato e da dove si sarebbe poi diffuso in tutto il vicino Oriente; altri, invece, presentano il monachesimo come un fenomeno che si sarebbe manifestato in maniera più o meno indipendente e simultaneamente in diversi luoghi. In effetti, benché il monachesimo egiziano con le sue grandi figure Antonio (circa 250-356) e Pacomio (circa 290-346) sia anteriore, è un fatto che il monachesimo siriano e mesopotamico abbia sviluppato caratteristiche proprie e originali. Alla Terra Santa, poi, appartiene il primo caso noto di un cristiano ritiratosi in eremitaggio: è quello del vescovo Narcisso di Gerusalemme (circa 170-215), che all’inizio del III secolo, disgustato per una calunnia, si sarebbe ritirato in solitudine nel deserto . Anche la Vita di Caritone racconta della presenza di eremiti nei pressi del Mar Morto ancor prima che il santo avesse fondato il suo primo monastero (intorno al 330). Tuttavia, non c’è una continuità reale tra questi fenomeni sparsi e il monachesimo che prenderà piede nel corso del IV secolo in Palestina.

In questo servizio (la versione integrale è nelle 16 pagine centrali della rivista su carta) ci vogliamo accostare alla storia e alla ricchezza di questa tradizione monastica che affonda le sue origini nei primi secoli cristiani. E che merita di essere meglio conosciuta e apprezzata.

Abbonamenti

Il periodico Terrasanta si rivolge a coloro che intendono approfondire gli aspetti culturali e spirituali della Terra Santa.
Offre articoli su Bibbia, attualità, ecumenismo, archeologia, cultura e dialogo tra le religioni.

Per ricevere il periodico (6 numeri l’anno) la quota d’abbonamento è di 28,00 euro. Disponibile, a 20,00 euro, anche in versione pdf.

Maggiori informazioni
Archivio Storico

Nel 2021 la rivistaTerrasanta (fino al 2005 La Terra Santa) compirà cent’anni.

Volete scoprire com’eravamo agli inizi?

Mettiamo a vostra disposizione le prime cinque annate (1921-1925) in formato digitale.

Vai all'archivio
L'indice delle annate

Ai nostri abbonati e lettori più assidui potrà tornare utile l’indice generale della nuova serie di Terrasanta dal 2006 ad oggi.

Il file, in formato pdf, consente di cercare gli articoli, gli autori e i temi che vi interessano di più ed individuare i numeri e le pagine in cui sono stati pubblicati.

Scarica il file
In nome dell’amore
Simone Weil

In nome dell’amore

Investigazioni spirituali su Gesù di Nazaret
«Mangia il pane con gioia, bevi il vino con allegria»

«Mangia il pane con gioia, bevi il vino con allegria»

Letture di testi sacri per vivere insieme
Atti degli apostoli: analisi sintattica
Lesław Daniel Chrupcała

Atti degli apostoli: analisi sintattica

Calendario di Terra Santa 2020 (da tavolo)

Calendario di Terra Santa 2020 (da tavolo)

Gregoriano, giuliano, copto, etiopico, armeno, islamico, ebraico