Terrasanta.net - Storie, attualità e archeologia dal Medio Oriente e dal mondo della Bibbia.
Storie, attualità e archeologia dal Medio Oriente e dal mondo della Bibbia

Umorismo e ironia sale della vita

Elena Lea Bartolini
30 novembre 2009
email whatsapp whatsapp facebook twitter versione stampabile

Molti maestri nel giudaismo concordano sull’idea che la malinconia non sia un affare, né in questo mondo né in quello avvenire, mentre le gioie vengono dal paradiso, compresa la battuta più misera, a condizione che sia detta con spirito di vera gioia. Non a caso quindi umorismo e ilarità, ironia e facilità alla beffa benevola, hanno da sempre caratterizzato la tradizione ebraica che coglie anche nell’agire divino tali atteggiamenti. La Bibbia infatti ci mostra Dio non soltanto come creatore misericordioso ma anche come Colui che sa trattare con la stoltezza dell’uomo ridendosela. Nel Salmo 2, ad esempio, si menzionano i «re della terra che si ribellano al Signore», «ma Egli in cielo… se la ride di loro» (Sal 2,2.4). Analogamente, e con la stessa ironia mordace, il profeta Elia sul monte Carmelo si prende gioco dei sacerdoti di Baal che vorrebbero rivaleggiare con lui e con la sua religione: «Dovete gridare più forte. Urlate più che potete se volete che Baal, il vostro Dio, vi senta veramente». E dopo tale provocazione aggiunge: «Forse è immerso in profondi pensieri, o forse si è appartato (il verbo utilizzato nell’originale ebraico indica l’appartarsi per un bisogno naturale, pertanto la traduzione può essere: "o forse è al gabinetto"), o è in viaggio, o forse sta facendo il suo pisolino pomeridiano» (1Re 18,27).

Sempre sul versante umano, ma in epoca più recente, possiamo ricordare il quesito posto da Shemayah al rabbino della sua comunità: «Signor rabbino, c’è una cosa che non mi torna, sa, nella storia della creazione. Quando il Santo, sia Egli benedetto, ha creato l’uomo, perché gli ha fatto le narici che guardano in giù, così quando si fiuta tabacco ne casca sempre un po’ per terra e va sprecato? Se gli avesse fatto le narici rivolte all’insù, dico io, non ne andrebbe persa neanche una briciola, di tabacco!». Il rabbino si gratta la barba, ci medita per un certo tempo, e poi risponde: «Ha fatto bene, anzi benissimo, il Santo Benedetto a non prendere consigli da un bietolone come te… Se, per carità, avesse fatto le narici in su, la pioggia entrerebbe dentro e farebbe marcire tutto il tabacco…».

È importante saper ridere dei propri difetti e aiutare gli altri a fare altrettanto per affrontare le avversità della vita con un sano ottimismo. È ciò che ci ricorda Ben Menachem, che non perde occasione per benedire. Mentre sta, come di suo solito, tessendo le lodi del Santo, sia Egli benedetto, dicendo: «Dio ha fatto tutto bello…», l’eretico di turno, in vena di beffe, coglie la palla al balzo e lo interrompe: «Ah, sì, Ben Manachem, e tu con la tua gobba, anche tu fai parte delle meraviglie della creazione?» Ben Manachem non si perde d’animo e replica: «Certo, mio caro: come gobbo sono assolutamente perfetto…». Sulla stessa linea è l’osservazione di Sussja nei confronti di Elimelech che è cieco da un occhio: «Fortunato tu, avrai certo una morte facile». «Cosa te lo fa pensare? – domanda l’orbo -. Be’, ti resterà da chiudere un occhio solo…».

Tali esempi attestano che l’umorismo e la sana ironia si esprimono nella capacità di prendere il mondo così com’è, cercando di sopportarlo con saggezza, sorridendo con benevolenza sui limiti propri e altrui nella consapevolezza che, sebbene non tutto appare chiaro e sereno, al di là della nebbia e delle nubi può comunque esserci il sole.

(I testi citati sono rintracciabili in: E. Loewenthal, Un’aringa in paradiso, Baldini&Castoldi, Milano 1997, pp. 196-197, 40 e 189-190).

Abbonamenti

Il periodico Terrasanta si rivolge a coloro che intendono approfondire gli aspetti culturali e spirituali della Terra Santa.
Offre articoli su Bibbia, attualità, ecumenismo, archeologia, cultura e dialogo tra le religioni.

Per ricevere il periodico (6 numeri l’anno) la quota d’abbonamento è di 28,00 euro. Disponibile, a 20,00 euro, anche in versione pdf.

Maggiori informazioni
Un saggio di Terrasanta

Vuoi farti un’idea del nostro bimestrale?
Ti mettiamo a disposizione un numero del 2019.
Buona lettura!

Sfoglia il numero
L'indice delle annate

Ai nostri abbonati e lettori più assidui potrà tornare utile l’indice generale della nuova serie di Terrasanta dal 2006 ad oggi.

Il file, in formato pdf, consente di cercare gli articoli, gli autori e i temi che vi interessano di più ed individuare i numeri e le pagine in cui sono stati pubblicati.

Scarica il file
Il cantico della felicità
Khalil Gibran

Il cantico della felicità

Caleidoscopio sulla pace del cuore
Chiamati a libertà
Silvano Fausti

Chiamati a libertà

L'ultima parola di un profeta del nostro tempo
Guida letteraria del mondo

Guida letteraria del mondo

Pagine di viaggio dai più grandi scrittori d'ogni tempo e latitudine
Il libro delle preghiere che guariscono

Il libro delle preghiere che guariscono

Le parole che curano e consolano da tutte le fedi e le culture