Terrasanta.net - Storie, attualità e archeologia dal Medio Oriente e dal mondo della Bibbia.
Storie, attualità e archeologia dal Medio Oriente e dal mondo della Bibbia

Cultura e dintorni

Arte
Milano, 09/05/2007

Un museo senza frontiere

Il Museum With No Frontiers (Mwnf) propone, tra l'altro, una collezione permanente di arte islamica che raccoglie, in maniera virtuale, opere e architetture da 14 Paesi del mondo senza spostarle dalle loro sedi. Il Mwnf è un'organizzazione no-profit fondata nel 1994 a Vienna da un'idea di Eva Schubert e ora ha sede a Bruxelles, in Belgio. Ve lo presentiamo in sintesi.

Luce sul bene
Letture
Milano, 03/05/2007

Luce sul bene

Un ebreo scampato alla tragedia della Shoah, Abraham Foxman, quasi quindici anni fa ebbe a dire: «Per più di cinquant'anni dopo l'Olocausto i sopravvissuti hanno dato testimonianza del male, della brutalità e della bestialità. Tocca a noi oggi, alla nostra generazione, portare una testimonianza di bontà, giacché ognuno di noi è la prova vivente che persino in quell'inferno chiamato Olocausto, vi fu la bontà, la gentilezza, nonché l'amore e la compassione». Il perché di questo libro è tutto qui.

Splendori a corte
Arte
Parma, 11/04/2007

Splendori a corte

Il 30 marzo s'è aperta a Parma una serie di iniziative dedicate all'incontro tra cultura islamica e cultura europea nel corso della storia. L'interessante rassegna, dal titolo Arts and Music from the Islamic World, è organizzata dall'Aga Khan Trust for Culture, dalla Fondazione Parma capitale della musica e dalla Sovrintendenza per il Patrimonio storico artistico ed etnoantropologico di Parma e Piacenza.  La rassegna intende indagare, attraverso esposizioni, concerti e giornate di studio, gli scambi culturali intercorsi tra i Paesi musulmani e quelli europei dal Medioevo fino ai nostri giorni.

Letture
Milano, 11/04/2007

Alla scoperta dell’homo arabicus

Paola Caridi ci offre con questo suo utile libro un «catalogo ragionato degli arabi che non conosciamo, quelli che non fanno i terroristi». Non si tratta, naturalmente, di un «elenco telefonico». In queste pagine si ragiona di società vivaci e in mutamento, contraddittorie magari, ma per nulla asfittiche e per tanti versi non così diverse da noi. Nazioni dalla popolazione in gran parte giovanile e proprio per questo proiettate verso il futuro, nonostante le ombre e le fatiche.

Democrazia e demografia
Letture
4 aprile 2007

Democrazia e demografia

Questo saggio in lingua inglese del giornalista britannico Jonathan Cook tratta dei conflittuali rapporti di Israele con i palestinesi e soprattutto con gli «arabi israeliani», quel milione di persone che vivono entro i confini politici dello Stato fondato nel 1948 come titolari del diritto di voto e di cittadinanza al pari dei connazionali ebrei. Cittadini che dalla maggioranza sono percepiti come una presenza foriera di guai e che qualcuno sogna persino di espellere.

Quando l’Italia fu ponte verso Israele
Arte
Milano, 03/04/2007

Quando l’Italia fu ponte verso Israele

È aperta a Milano fino a domenica 8 aprile la mostra In cammino verso Israele. Immagini della sosta in Italia dei sopravvissuti. Visitandola si ha l'impressione di sfogliare un album di famiglia, dove le fotografie e i documenti esposti ci fanno ripercorre un pezzo di storia che è anche la nostra. Ospita l'esposizione il Museo di Storia contemporanea di Milano, in via Sant'Andrea, 6.

Escursione (virtuale) ai piedi del Monte
Arte
Milano, 27/03/2007

Escursione (virtuale) ai piedi del Monte

Un centinaio di metri a sud del Monte del Tempio (o Spianata delle Moschee) è aperto al pubblico il Parco archeologico di Gerusalemme, uno dei più significativi luoghi di Israele. Si tratta di una sorta di grande museo all'aperto in cui, in uno spazio tutto sommato ristretto, è possibile compiere dei salti nella storia attraverso quasi cinquemila anni. Il Parco ha un suo sito Internet, in lingua inglese, pieno di sorprese. Ve lo presentiamo.

Arte
Milano, 09/03/2007

Antiche mappe di Terra Santa

La Jewish National & University Library di Gerusalemme ha in corso un progetto di digitalizzazione della collezione di antiche mappe della Terra Santa donatale nel 1975 dal collezionista Eran Laor. Man mano che il progetto procede, le mappe vengono messe a disposizione degli appassionati in un apposito sito Internet. Gli abbiamo dato un'occhiata e ve lo segnaliamo.

Tell Arad, roccaforte nel deserto
Itinerari
7 marzo 2007

Tell Arad, roccaforte nel deserto

Tra le colline che incorniciano la città israeliana di Arad, nel cuore del deserto del Negev, c'è quel che resta dell'antica città fortificata, risalente al tempo dei cananei. Tell Arad è oggi parco nazionale per la ricchezza di resti antichi portati alla luce negli ultimi decenni e piuttosto ben conservati. Una visita all'area archeologica è irrinunciabile per gli amanti della storia antica, che qui troveranno un sito molto ricco e ben segnalato dai cartelli guida.

Corto da Oscar
Arte
27 febbraio 2007

Corto da Oscar

Il 25 febbraio scorso ha vinto l'Oscar per la categoria dei cortometraggi. West Bank Story, film musicale del giovane regista Ari Sandel, è nato come parodia del celebre West Side Story e racconta la vicenda di due innamorati in Cisgiordania: David, un soldato israeliano, e Fatima, una giovane palestinese di professione cassiera in un negozietto che vende falafel. Ai meriti artistici del regista se ne aggiunge un altro: un quarto dei proventi dalla vendita del film in dvd sarà devoluto a due importanti esperienze di solidarietà tra israeliani e palestinesi: The Parents' Circle e Hand in Hand.

Amos torna a casa
Arte
26 febbraio 2007

Amos torna a casa

Con il suo recentissimo News from Home / News from House Amos Gitai offre al pubblico l'ultima parte di una trilogia di film documentari che hanno per fulcro una casa di Gerusalemme. A trilogia completata anche l'obbiettivo del regista diventa ancora più palese: evidenziare, attraverso le diverse famiglie, i cambiamenti storici, ma soprattutto sociali, avvenuti nel corso del tempo. Come farebbe un archeologo, Gitai ispeziona il tessuto umano e ce lo restituisce sotto forma di opera d'arte.

Quando la religione conta
Letture
21 febbraio 2007

Quando la religione conta

Positivisti e illuministi, nel corso del Novecento, le avevano date per spacciate. Invece le religioni si sono prese la briga di smentirli. Lo riconoscono oggi anche accademici e politici: le religioni sono tornate dall'esilio ed esercitano il loro influsso non solo sulla vita delle società e delle nazioni, ma anche sul piano delle relazioni internazionali. Il volume che presentiamo è una raccolta di saggi proprio su quest'ultimo aspetto.

In Terra Santa coi francescani

Recarsi in Terra Santa è toccare con mano i luoghi in cui il Verbo di Dio è entrato nell’esperienza umana in Gesù di Nazaret.

Vai alla pagina
dell'Ufficio pellegrinaggi
Newsletter

Ricevi i nostri aggiornamenti

Iscriviti
Il cantico della felicità
Khalil Gibran

Il cantico della felicità

Caleidoscopio sulla pace del cuore
Chiamati a libertà
Silvano Fausti

Chiamati a libertà

L'ultima parola di un profeta del nostro tempo
Guida letteraria del mondo

Guida letteraria del mondo

Pagine di viaggio dai più grandi scrittori d'ogni tempo e latitudine
Il libro delle preghiere che guariscono

Il libro delle preghiere che guariscono

Le parole che curano e consolano da tutte le fedi e le culture