Storie, attualità e archeologia dal Medio Oriente e dal mondo della Bibbia

Il più antico ex voto cristiano di Gerusalemme

20 maggio 2019
email whatsapp whatsapp facebook twitter versione stampabile
Il più antico ex voto cristiano di Gerusalemme
Incorniciato in primo piano l'ex voto nella cappella di San Vartan. (foto CTS/m.a.b.)

Al di sotto dell’abside della cappella armena di Sant’Elena, nella basilica del Santo Sepolcro, si apre la cosiddetta cappella di San Vartan, poco nota perché non accessibile, se non su richiesta. Qui è stato rinvenuto quello che può essere definito come uno dei più antichi ex-voto: il dipinto di una nave. Il ritrovamento è opera di un gruppo d’archeologi che nel 1978 intrapresero lo scavo nell’area adiacente alla cappella dell’Invenzione della Croce.

Il dipinto rappresenta una nave da carico romana del primo secolo. La scritta latina Domine ivimus (Signore, siamo giunti) è un’allusione al Salmo 122,1, la testimonianza dei pellegrini cristiani  giunti incolumi al Santo Sepolcro dopo un viaggio periglioso.

Mindfulness per mamme
Riga Forbes

Mindfulness per mamme

Pensieri per una maternità senza ansie
Che cosa sogni, Macchia?
Isabella Salmoirago

Che cosa sogni, Macchia?

La vita consacrata
Najib Ibrahim

La vita consacrata

Riflessioni bibliche sulla sequela di Gesù Cristo
Il sole anche di notte
Dominique Blain

Il sole anche di notte

La spiritualità della fiducia in Teresa di Lisieux e Francesco d'Assisi