Terrasanta.net | Storie, attualità e archeologia dal Medio Oriente e dal mondo della Bibbia
Storie, attualità e archeologia dal Medio Oriente e dal mondo della Bibbia

Una finestra sull’esilio iracheno

Terrasanta.net
28 dicembre 2018
email whatsapp whatsapp facebook twitter versione stampabile
Una finestra sull’esilio iracheno

La letteratura spesso dischiude prospettive che i saggi sociologici illuminerebbero con minore efficacia. È il caso di questo romanzo della scrittrice Inaam Kachachi, che ci porta dentro l'Iraq a pezzi.


Dal catalogo dell’editore Francesco Brioschi emerge chiaramente che lo sguardo ad Oriente, all’Asia, non è un’attitudine nuova. Numerosi i saggi dedicati all’Estremo Oriente e alla Cina in particolare. Ma qui parliamo di narrativa. Con la collana Gli altri l’editore sceglie di dar spazio ad autori del Medio Oriente (fin qui in particolare di Iraq e Iran), per offrire anche a un pubblico italiano non poliglotta di ascoltarne la voce.

Il romanzo Dispersi, della giornalista e scrittrice irachena Inaam Kachachi, è l’ultimo arrivato. Pubblicato in arabo nel 2013, è stato tradotto in Francia, per iniziativa di Gallimard, nel 2016 e a Parigi, nello stesso anno, si è aggiudicato il Premio della Letteratura araba assegnato dall’Institut du monde arabe. L’autrice confessa che molte delle vicende e dei personaggi presenti nel libro nascono dai suoi appunti presi nel corso degli anni durante la sua attività di giornalista. La narrazione ruota intorno a un personaggio cardine: la ginecologa Wardiya Iskandar, che al termine di una vita professionale intensa e generosa, a ottant’ani è costretta a lasciare Baghdad e riparare in Francia, dopo che il Paese è stato devastato dall’invasione a guida statunitense del 2003 ed è ormai «nero come il buco del cesso».

Inaam Kachachi, che vive a Parigi dal 1979, racconta che dopo l’uscita del romanzo in arabo, molti connazionali le hanno scritto per ringraziarla d’aver saputo dar forma e colore alle loro sofferenze, rimpianti e nostalgie. Perché, osserva l’autrice, è tutto un popolo, anzi è l’Iraq stesso ad essere andato in esilio da sé stesso, fatto a pezzi e smembrato: «È come se un macellaio – leggiamo in una pagina del libro – avesse afferrato la mannaia e deciso di disseminare in tutti quei luoghi [dove ora vivono i familiari della protagonista, così come tanti altri iracheni – ndr] le varie parti che compongono il suo corpo».

Il racconto procede in un continuo rimando dalla Francia all’Iraq e dal presente al passato, dentro un oggi intessuto di ricordi dolenti. (g.s.)


Inaam Kachachi
Dispersi
Francesco Brioschi ed., Milano 2018
pp. 272 – 18,00 euro

 

Ti interessa questo libro? Acquistalo qui

Newsletter

Ricevi i nostri aggiornamenti

Iscriviti

In Terra Santa coi francescani

Recarsi in Terra Santa è toccare con mano i luoghi in cui il Verbo di Dio è entrato nell’esperienza umana in Gesù di Nazaret.

Vai al sito dell'Ufficio pellegrinaggi
Sostienici

Terrasanta.net conta anche sul tuo aiuto

Dona ora
In nome dell’amore
Simone Weil

In nome dell’amore

Investigazioni spirituali su Gesù di Nazaret
«Mangia il pane con gioia, bevi il vino con allegria»

«Mangia il pane con gioia, bevi il vino con allegria»

Letture di testi sacri per vivere insieme
Atti degli apostoli: analisi sintattica
Lesław Daniel Chrupcała

Atti degli apostoli: analisi sintattica

Calendario di Terra Santa 2020 (da tavolo)

Calendario di Terra Santa 2020 (da tavolo)

Gregoriano, giuliano, copto, etiopico, armeno, islamico, ebraico