Storie, attualità e archeologia dal Medio Oriente e dal mondo della Bibbia

Il dilemma delle armi

AA.VV.
18 settembre 2014
email whatsapp whatsapp facebook twitter versione stampabile
Il dilemma delle armi
Giovani militari israeliani (K. Gideon/Flash90)

Arabi cristiani arruolati nell’esercito israeliano? Nel contesto della società israeliana di oggi si tratta di un tema esplosivo, reso ancora più sensibile dallo scoppio dell’ennesimo conflitto con Hamas nella Striscia di Gaza, per il quale sono stati chiamati in maniera massiccia anche i riservisti. Tanto per capire la complessità della questione, il rischio sempre più concreto è che un arabo israeliano, per di più cristiano, si trovi oggi a combattere contro un palestinese di Gaza. Una prospettiva, fino a poco tempo fa considerata impossibile (perché un arabo non può essere ritenuto leale allo Stato ebraico), e che desta lacerazioni all’interno della componente palestinese in Israele e nello stesso tessuto ecclesiale. La questione dell’arruolamento agita in maniera viscerale anche la comunità ebrea ultra ortodossa, che rifiuta di servire in armi il proprio Paese. I vari progetti di legge che tentano di istituire la leva anche per i giovani haredim stanno scatenando manifestazioni e proteste (anche violente).

In questo dossier cerchiamo di indagare il tema dell’arruolamento degli arabi cristiani nell’esercito israeliano, e le ragioni di chi è favorevole e di chi è contrario. Viceversa daremo uno sguardo all’«altra faccia della medaglia»: quella appunto delle migliaia di giovani ultraortodossi che preferiscono restare chiusi nelle scuole rabbiniche piuttosto che imbracciare le armi. Dietro questi atteggiamenti si celano questioni decisamente spinose: la definizione di cittadinanza (che comporta obblighi e diritti), il conflitto non risolto tra sionismo e identità nazionale e la ferita dell’occupazione militare d’Israele nei Territori.

Questioni diverse, ma ugualmente significative della complessità che vive un Paese come Israele.

 

(Questo testo è l’introduzione al Dossier di 16 pagine pubblicato nel bimestrale Terrasanta)

Abbonamenti

Il periodico Terrasanta si rivolge a coloro che intendono approfondire gli aspetti culturali e spirituali della Terra Santa.
Offre articoli su Bibbia, attualità, ecumenismo, archeologia, cultura e dialogo tra le religioni.

Per ricevere il periodico (6 numeri l’anno) la quota d’abbonamento è di 28,00 euro. Disponibile, a 20,00 euro, anche in versione pdf.

Maggiori informazioni
Un saggio di Terrasanta

Vuoi farti un’idea del nostro bimestrale?
Ti mettiamo a disposizione un numero del 2020.
Buona lettura!

Sfoglia il numero
L'indice delle annate

Ai nostri abbonati e lettori più assidui potrà tornare utile l’indice generale della nuova serie di Terrasanta dal 2006 al 2020.

Il file consente di cercare gli articoli, gli autori e i temi che vi interessano di più ed individuare i numeri e le pagine in cui sono stati pubblicati.

Consulta l'indice
Educare nel tempo della complessità
Mara Borsi

Educare nel tempo della complessità

Paradigmi pedagogici della storia e della contemporaneità
Giornate di archeologia

Giornate di archeologia

Arte e storia del Vicino e Medio Oriente. Atti della VI edizione
Il giardino incantato
Carlo Grande

Il giardino incantato

Un viaggio dell’anima dalle Alpi occidentali alle colline delle Langhe e del Monferrato
Giovanni

Giovanni

Nuova traduzione ecumenica commentata