Storie, attualità e archeologia dal Medio Oriente e dal mondo della Bibbia

Quella pace costantemente appesa a un filo

l'editoriale
27 giugno 2014
email whatsapp whatsapp facebook twitter versione stampabile

Neppure il tempo di gioire per l’incontro di preghiera in Vaticano, voluto da Papa Francesco a chiusura del suo pellegrinaggio di preghiera in Giordania, Palestina e Israele, che la nascita a Ramallah di un governo di unità nazionale tra Fatah e Hamas (fazione considerata terrorista da Israele) ha rinfocolato la tensione. La vicenda del rapimento a metà giugno di tre adolescenti israeliani nella zona di Gush Etzion, a sud-ovest di Gerusalemme, ha poi innalzato l’allerta a livelli di guardia. I palestinesi si dicono estranei alla sparizione, ma Israele sostiene di avere prove di un coinvolgimento di Hamas.

Il caso dei tre ragazzi (Gilad Sha’er, Naftali Frankel e Eyal Yifrah), la cui sorte è ancora misteriosa al momento di andare in stampa, è emblematico del clima che si respira oggi in Terra Santa. E del rischio che, da un momento all’altro, possa riaccendersi il fuoco dell’intifada. Le incursioni e i rastrellamenti israeliani nei Territori, le centinaia di arresti e perquisizioni (e purtroppo anche le vittime: ad oggi cinque) finiscono per esacerbare la popolazione civile. La necessità di assicurare alla giustizia i criminali responsabili del rapimento si scontra con la sproporzione di un’azione che assume i contorni di una punizione collettiva.

«Un mese fa eravamo a festeggiare l’arrivo di Papa Francesco in Terra Santa – ha dichiarato il patriarca latino di Gerusalemme Fouad Twal – ed oggi siamo a chiedere la fine della violenza che sta scuotendo di nuovo questa nostra Terra Santa. È un calvario. C’è troppa arroganza, troppa ingiustizia, troppa violenza. Non disperdiamo i messaggi di pace che Papa Francesco ci ha lasciato. Preghiamo perché tutto finisca per il meglio».

Come ricevere l'Eco

Il tabloid Eco di Terrasanta viene spedito a tutti coloro che sono interessati ai Luoghi Santi e che inviano un’offerta, o fanno una donazione, a favore delle opere della Custodia di Terra Santa.

Maggiori informazioni
Sfoglia l'Eco

Se non hai mai avuto modo di leggere Eco di Terrasanta, ti diamo la possibilità di sfogliare un numero del 2019.
Buona lettura!

Clicca qui
Sostienici

Terrasanta.net conta anche sul tuo aiuto

Dona ora
Preti verdi
Mario Lancisi

Preti verdi

L'Italia dei veleni e i sacerdoti-simbolo della battaglia ambientalista
Dizionario Bergoglio
Francesc Torralba

Dizionario Bergoglio

Le parole chiave di un pontificato
Più forte della morte è l’amore
Francesco Patton

Più forte della morte è l’amore

Meditazioni e preghiere per la Settimana Santa
La trappola del virus
Camillo Ripamonti, Chiara Tintori

La trappola del virus

Diritti, emarginazione e migranti ai tempi della pandemia