Terrasanta.net - Storie, attualità e archeologia dal Medio Oriente e dal mondo della Bibbia.
Storie, attualità e archeologia dal Medio Oriente e dal mondo della Bibbia

Il patriarca di Costantinopoli è già a Gerusalemme per l’incontro con il Papa

Terrasanta.net
24 maggio 2014
email whatsapp whatsapp facebook twitter versione stampabile
Il patriarca di Costantinopoli è già a Gerusalemme per l’incontro con il Papa
Il patriarca ecumenico Bartolomeo (a sin.), nella basilica del Santo Sepolcro, bacia la Pietra dell'unzione insieme con il patriarca Teofilo III. (foto N. Manginas)

Mentre Papa Francesco ha lasciato solo questa mattina Roma, alla volta della Giordania, prima tappa del suo viaggio di tre giorni in Terra Santa, il patriarca ecumenico di Costantinopoli, Bartolomeo I, è già arrivato ieri pomeriggio a Gerusalemme. Accolto da numerosi ecclesiastici e fedeli laici, ha pregato al Santo Sepolcro. Stamane visita a Betlemme.


(Gerusalemme/m.m.l.v.) – Mentre Papa Francesco ha lasciato solo questa mattina la sua sede di Roma, alla volta della Giordania, prima tappa del suo viaggio di tre giorni in Terra Santa, il patriarca ecumenico di Costantinopoli, Bartolomeo I, è già arrivato ieri pomeriggio a Gerusalemme.

Accolto da una folla numerosa alla Porta di Jaffa, il patriarca ha raggiunto in processione la basilica del Santo Sepolcro, e vi ha fatto ingresso accompagnato dal patriarca greco-ortodosso Teofilo III. Nella stessa basilica domenica sera Bartolomeo pregherà con Papa Francesco facendo memoria dell’abbraccio che 50 anni fa avvenne a Gerusalemme tra il suo predecessore Atenagora e il vescovo di Roma, papa Paolo VI. L’abbraccio che si ripeterà con Papa Francesco, negli auspici di molti, servirà a confermare e incoraggiare il dialogo ecumenico tra le Chiese ortodosse e la Chiesa cattolica.

Le campane della basilica della Risurrezione (per usare la denominazione cara ai cristiani d’Oriente) suonavano a festa mentre la processione aperta dagli scout della parrocchia ortodossa attraversava il suk della città vecchia per raggiungere il Santo Sepolcro. I cristiani ortodossi di Gerusalemme sono accorsi numerosi ad accogliere il vescovo di Costantinopoli. Con loro anche i fedeli di altre denominazioni cristiane della città. Le misure di sicurezza erano ridotte al minimo ed è stato agevole stringersi attorno ai due patriarchi, che hanno pregato insieme all’interno della basilica dopo aver sostato in preghiera nella tomba vuota di Gesù risorto.

Questa mattina (mentre Teofilo III era ad Amman ad accogliere il Papa, insieme ad altre autorità religiose di Terra Santa – ndr), Bartolomeo I si è recato come pellegrino a pregare nella basilica della Natività a Betlemme.

In Terra Santa coi francescani

Recarsi in Terra Santa è toccare con mano i luoghi in cui il Verbo di Dio è entrato nell’esperienza umana in Gesù di Nazaret.

Vai alla pagina
dell'Ufficio pellegrinaggi
Newsletter

Ricevi i nostri aggiornamenti

Iscriviti
La ricchezza del bene
Safiria Leccese

La ricchezza del bene

Storie di imprenditori fra anima e business
L’anima viaggia un passo alla volta
Stefano Tiozzo

L’anima viaggia un passo alla volta

Da Capo Nord all’Holi Festival, ventimila leghe intorno al mondo
Querida Amazonia
Giuseppe Buffon, Papa Francesco

Querida Amazonia

Testo integrale della Esortazione postsinodale e del Documento Finale del Sinodo speciale per l’Amazzonia
La farmacia di Dio
Anna Maria Foli

La farmacia di Dio

Antichi rimedi per la salute, il buon umore, la bellezza e la longevità dalla tradizione monastica e francescana