Storie, attualità e archeologia dal Medio Oriente e dal mondo della Bibbia

Video – Firmato un accordo per aprire al pubblico gli scavi di Magdala

Franciscan Media Center
5 dicembre 2013
email whatsapp whatsapp facebook twitter versione stampabile

Presso il Lago di Galilea, su un appezzamento di terra di proprietà della Custodia di Terra Santa, i resti di Magdala, la città di Maria Maddalena. Fino ad oggi l’area archeologica non era mai stata aperta al pubblico. Ora si cambia, grazie a un accordo di collaborazione, firmato il 3 dicembre, tra la diocesi di Vicenza e la Custodia: è il progetto Magdala Open.


Sponda nord-occidentale del Lago di Galilea. Su un appezzamento di terra di proprietà della Custodia di Terra Santa, i resti di Magdala, la città di Maria Maddalena. Interessata fin dagli anni Settanta da scavi realizzati dagli archeologi dello Studium Biblicum Franciscanum, quest’area archeologica non era mai stata aperta al pubblico. Ma il 3 dicembre è stato siglato un importante accordo di collaborazione tra la diocesi di Vicenza e la Custodia, che porterà presto all’apertura del sito: prende così corpo il progetto Magdala Open.

Il profeta e la balena
David-Marc d’Hamonville

Il profeta e la balena

Rileggere il libro di Giona
Tutt’intorno è Francia
Carlo Grande

Tutt’intorno è Francia

Grand tour sentimentale dalle brume di Calais alla luce di Marsiglia
Calendario di Terra Santa 2023 (da tavolo)

Calendario di Terra Santa 2023 (da tavolo)

Gregoriano, giuliano, copto, etiopico, armeno, islamico, ebraico
Provaci ancora Macchia!
Isabella Salmoirago

Provaci ancora Macchia!