Terrasanta.net - Storie, attualità e archeologia dal Medio Oriente e dal mondo della Bibbia.
Storie, attualità e archeologia dal Medio Oriente e dal mondo della Bibbia

È morto fra Giovanni Battistelli, Custode di Terra Santa dal ’98 al 2004

Terrasanta.net
20 ottobre 2011
email whatsapp whatsapp facebook twitter versione stampabile
È morto fra Giovanni Battistelli, Custode di Terra Santa dal ’98 al 2004
Fra Giovanni Battistelli, in una foto del 2004 a Gerusalemme.

Si è spento questo pomeriggio, nel convento di Montefalco (Perugia), fra Giovanni Battistelli. Fu Custode di Terra Santa tra il 1998 e il 2004. Durante il suo mandato accolse Giovanni Paolo II pellegrino in Terra Santa, ma vide anche eventi tristi come la seconda intifada e l’assedio alla basilica della Natività.


(Milano/g.s.) – Si è spento questo pomeriggio nel convento di San Fortunato, a Montefalco (Perugia), dove risiedeva dall’autunno dello scorso anno, fra Giovanni Battistelli, che fu Custode di Terra Santa tra il 1998 e il 2004.

Nel corso del suo mandato fu testimone di eventi lieti e tristi di grande rilievo. Basti citare il pellegrinaggio di Giovanni Paolo II nel 2000; l’esplodere della seconda intifada (2000-2004) e, nell’aprile 2002, l’assedio delle forze armate israeliane alla basilica della Natività (a Betlemme), dove si era asserragliato un folto gruppo di combattenti palestinesi per sottrarsi alla cattura.

Fra Battistelli era nato a Spello (Perugia) il 28 dicembre 1933. Entrato nell’Ordine dei Frati minori sin da ragazzo, apparteneva alla Provincia umbra, benché fosse a servizio della Custodia di Terra Santa dal 1960.

Il religioso aveva emesso la professione solenne dei voti di povertà, castità e obbedienza l’8 settembre 1955. Ordinato diacono nel 1959 nella chiesa patriarcale di Gerusalemme, ricevette l’ordine del presbiterato il 29 giugno 1960. Il suo corso di studi lo condusse a licenziarsi in Scienze orientali. Tra il 1963 e il 1978 visse in Egitto ricoprendo vari incarichi nei conventi della Custodia. Nel 1978 fu trasferito a Gerusalemme presso il convento di San Salvatore, per dedicarsi in particolare alla pastorale vocazionale e alla formazione dei giovani frati.

Al momento di essere nominato Custode aveva alle spalle un triennio a Roma, tra il 1995 e il 1998. Nel 2004, al termine del suo mandato di responsabile dei frati minori in Terra Santa, tornò a Roma come delegato della Custodia per l’Italia. Tra il 2007 e il 2010 fu a Napoli con l’incarico di Commissario di Terra Santa per Abruzzo, Basilicata, Calabria e Campania.

In Terra Santa coi francescani

Recarsi in Terra Santa è toccare con mano i luoghi in cui il Verbo di Dio è entrato nell’esperienza umana in Gesù di Nazaret.

Vai alla pagina
dell'Ufficio pellegrinaggi
I più letti
Newsletter

Ricevi i nostri aggiornamenti

Iscriviti
Perché l’Europa ci salverà
Bartolomeo Sorge, Chiara Tintori

Perché l’Europa ci salverà

Dialoghi al tempo della pandemia
Tabor
Giulio Michelini

Tabor

Il mistero della Trasfigurazione
Abbecedario biblico
Francesco Patton

Abbecedario biblico

Nutrirsi delle Scritture dall'A alla Z