Storie, attualità e archeologia dal Medio Oriente e dal mondo della Bibbia

Settembre 2010


Miral non spicca il volo
Giuseppe Caffulli

Miral non spicca il volo

Tratto dal romanzo autobiografico La strada dei fiori di Miral, scritto dalla giornalista Rula Jebreal  e sceneggiato dalla stessa autrice, il film Miral - in concorso al Festival di Venezia 2010 - è un’occasione perduta.

Profughi iracheni in Siria. Cresce l’abbandono scolastico
Gioia Reffo

Profughi iracheni in Siria. Cresce l’abbandono scolastico

Scegliere tra scuola e lavoro. È questa l’alternativa davanti a cui si trovano i figli dei rifugiati iracheni in Siria. Per tanti di loro è sempre più difficile contribuire al bilancio familiare restando al passo con le lezioni. Così, ogni anno, aumentano coloro che abbandonano lo studio per dedicarsi a un’occupazione, spesso sottopagata.

Seguire Cristo oggi in Iran
Terrasanta.net

Seguire Cristo oggi in Iran

Ascoltiamo un altro dei presuli che prenderanno parte alla prossima assemblea speciale del Sinodo dei vescovi dedicata al Medio Oriente (Vaticano, 10-24 ottobre). È la volta di mons. Ramzi Garmou, arcivescovo caldeo di Teheran, la capitale iraniana. Manuela Borraccino lo ha intervistato per il bimestrale Terrasanta (numero di luglio-agosto 2010). Di seguito vi proponiamo qualche stralcio della conversazione.

L’Iran e il suo profilo complesso
Daniele Civettini

L’Iran e il suo profilo complesso

Molti eventi degli ultimi anni contribuiscono a gettare una luce sinistra sull’Iran, da molti concepito come un nemico per antonomasia del progresso, della libertà e della pace mondiale. Ciò, tuttavia, rischia di essere estremamente riduttivo, in particolare rispetto alla percezione che la popolazione iraniana ha di sé stessa e della sua classe dirigente. Con questo suo saggio, Riccardo Redaelli, docente alla Cattolica, si prefigge di restituire un’idea sintetica di ciò che l’Iran realmente è e di ciò che è stato nel passato recente.

Israele e 400 bimbi a perdere
Giorgio Bernardelli

Israele e 400 bimbi a perdere

Non sono i rom di Sarkozy e quindi non ne parla nessuno. Ma anche in Israele ci sono 400 minori stranieri a rischio espulsione. È una vicenda che in questa rubrica seguiamo da tempo e che a fine settembre rischia di arrivare al suo epilogo. Tra un'indifferenza che in Italia per una volta vede mano nella mano filo-israeliani e filo-palestinesi. Ricapitoliamo i fatti.

Terra Santa News – 10 settembre 2010
Franciscan Multimedia Center

Terra Santa News – 10 settembre 2010

I temi di questa puntata: l'8 settembre celebrata solennemente a Gerusalemme la festa della Natività di Maria presso la chiesa di Sant'Anna. Anche a Betlemme arrivano sempre più pellegrini, ma la città dei Territori Palestinesi chiede maggiore solidarietà. Come consuetudine, i capi delle Chiese di Gerusalemme hanno offerto ad alcuni ospiti musulmani una cena dell'Iftar, momento che rompe il quotidiano digiuno del Ramadan. Shanà tovà! è l'augurio che in questi giorni si scambiano gli ebrei, per i quali è cominciato l'anno 5771.

Florida, fermate quel rogo!
Giampiero Sandionigi

Florida, fermate quel rogo!

Dopo molti altri leader religiosi e politici, anche la Santa Sede, il Consiglio ecumenico delle Chiese (Cec) e la Casa Bianca scendono in campo contro l'improvvida l’iniziativa di una piccola “Chiesa” protestante della Florida che ha indetto per l’11 settembre una Giornata internazionale di rogo del Corano. Un'azione in sé sbagliata che potrebbe anche generare ritorsioni sulle minoranze cristiane che vivono nei Paesi a maggioranza musulmana.

Capodanno 5771, aggiornate le statistiche sugli israeliani
Terrasanta.net

Capodanno 5771, aggiornate le statistiche sugli israeliani

Come consuetudine, alla vigilia del Capodanno ebraico, che stavolta introduce all'anno 5771, l’Ufficio centrale di statistica dello Stato di Israele ha diffuso i dati sulla popolazione aggiornati a fine 2009. I cittadini dello Stato permanentemente residenti sono oltre 7 milioni e 645 mila. Le cifre confermano che la popolazione araba cresce a un tasso superiore  rispetto a quella ebraica e che in Israele vi sono molti più bambini e ragazzi che in altre nazioni.

Palestina, oltre i due Stati
Daniele Civettini

Palestina, oltre i due Stati

Far convivere pacificamente palestinesi e israeliani in uno Stato bi-nazionale oggi sembra decisamente un'ipotesi impossibile. Ma è precisamente l’idea di partenza del volume Palestina. Lo Stato impossibile? L'autore non crede a un futuro Stato israeliano senza palestinesi né ad un ipotetico Stato palestinese autonomo e autosufficiente. «È tempo - scrive - che tutti ammettano, Hamas compresa, che non ci sono più alternative realistiche all’ipotesi di uno Stato bi-nazionale. È l’ultima speranza».

Giorgio Bernardelli

Dove sbuca il negoziato?

In definitiva cosa possiamo aspettarci dal nuovo ciclo di negoziati diretti tra il premier israeliano Benjamin Netanyahu e il presidente palestinese, e capo dell’Organizzazione per la liberazione della Palestina, Abu Mazen, iniziato la settimana scorsa a Washington e destinato a proseguire con un secondo incontro il 14-15 settembre a Sharm el Sheikh? È l'interrogativo che ci siamo posti un po' tutti in questi ultimi giorni. Vediamo cosa ne dicono alcuni commentatori arabi ed israeliani.

Calendario di Terra Santa 2023 (da tavolo)

Calendario di Terra Santa 2023 (da tavolo)

Gregoriano, giuliano, copto, etiopico, armeno, islamico, ebraico
Corso di greco biblico
Elisa Chiorrini

Corso di greco biblico

Fonetica, morfologia e note di sintassi
Grammatica siriaca
Massimo Pazzini

Grammatica siriaca

Macchia vince la paura
Isabella Salmoirago

Macchia vince la paura