Storie, attualità e archeologia dal Medio Oriente e dal mondo della Bibbia

Novembre 2009


Israele, i dati sulla povertà
Milano, 09/11/2009

Israele, i dati sulla povertà

Nonostante la crisi economica, il numero di poveri che vivono in Israele si mantiene costante. Ad affermarlo è il Rapporto sulla povertà 2008 dell'Istituto nazionale di previdenza israeliano. Dal rapporto, appena pubblicato, emerge infatti che quasi un israeliano su quattro vive in stato di povertà (il 23,7 per cento del totale, contro il 24,7 per cento dell'anno precedente). La povertà starebbe diminuendo in tutte le aree del Paese salvo che a Tel Aviv e nelle regioni del Sud. Tra i poveri molti sono i giovani: uno su tre, infatti, non ha ancora raggiunto la maggiore età.

Abu Mazen si fa da parte
Milano, 06/11/2009

Abu Mazen si fa da parte

Mahmoud Abbas lascia. Ma che cosa succederà ora nella politica palestinese? Dopo l'annuncio del presidente di non voler correre per la rielezione nelle elezioni annunciate per il 24 gennaio, le analisi sui quotidiani del Medio Oriente sono contrassegnate da una grande incertezza. Una cosa è certa: c'è il rischio che finisca definitivamente l'era iniziata con Oslo. Quale sia il motivo che ha spinto il presidente palestinese, più noto come Abu Mazen, a ufficializzare la sua scelta appare molto chiaro: la retromarcia di Hillary Clinton sulla questione degli insediamenti israeliani è la goccia che ha fatto traboccare il vaso.

<b>Video</b> – Cronache dalla Terra Santa (1-7 novembre 2009)
Gerusalemme, 06/11/2009

Video – Cronache dalla Terra Santa (1-7 novembre 2009)

I tre servizi di questa settimana delle Cronache dalla Terra Santa sono dedicati ai riti in suffragio dei defunti celebrati a Gerusalemme dai francescani, all'inaugurazione della prima clinica di chirurgia pediatrica nei Territori Palestinesi e alla testimonianza toccante dei membri di Parents' Circle. Il primo servizio si conclude con una sosta sulla tomba di Oskar Schindler, il secondo ci darà conto della nuova realtà sanitaria che prende corpo a Gerusalemme grazie anche all'aiuto delle diocesi e istituzioni civili toscane, il terzo ci farà incontrare Rami Hana e Abu Mustafa, un ebreo israeliano e un palestinese, diventati come fratelli dopo aver rielaborato il lutto che ha colpito le loro famiglie.

Gli arabi israeliani e le tasse. Una ricerca sull’evasione
Milano, 04/11/2009

Gli arabi israeliani e le tasse. Una ricerca sull’evasione

Se l'arabo non paga le tasse non sta per forza muovendo una critica politica all'occupazione israeliana; semplicemente è più povero del concittadino ebreo. Sembra sfatare un radicato luogo comune della retorica di cui si ciba il conflitto arabo-israeliano una ricerca dal titolo Il comportamento del cittadino arabo israeliano nel pagamento delle tasse, appena pubblicata dall'università Ben-Gurion del Negev. Rafik Haj, autore della ricerca, per due anni ha analizzato i dati relativi a sei villaggi arabi nel Nord del Paese.

Sguardi paralleli
Roma, 03/11/2009

Sguardi paralleli

Napoli-Tel Aviv andata e ritorno: il doppio viaggio di due giovani artiste, un gemellaggio tra due musei, una doppia mostra. Si tratta di Transit 3, la terza tappa di un progetto, promosso dal Museo d'arte contemporanea Donnaregina (Madre) di Napoli, che ogni volta mette in relazione un artista napoletano con un «collega» proveniente da un'altra città del Mediterraneo. Dopo Il Cairo e Istanbul, ora è la volta della città israeliana, che quest'anno celebra il centenario della propria fondazione. Protagoniste di Transit 3 sono Raffaella Crispino ed Eden Bannet.

La nuova Carta Servizi delle Edizioni Terra Santa
Milano, 03/11/2009

La nuova Carta Servizi delle Edizioni Terra Santa

Le Edizioni Terra Santa propongono ai propri abbonati e amici una Carta Servizi completamente gratuita, che offre sconti e convenzioni in strutture religiose legate al mondo francescano. È un aiuto concreto per avvicinarsi al mondo dei pellegrinaggi francescani, dell'editoria religiosa e dell'arte sacra. E uno strumento utile per sostenere la conoscenza della Terra Santa.

Un <i>hummus</i> da record: il Libano batte Israele
Milano, 02/11/2009

Un hummus da record: il Libano batte Israele

Di che nazionalità è lo hummus, la celeberrima crema di ceci medio-orientale, immancabile in tutte le cucine del mondo arabo? La questione, apparentemente assurda, è carica invece di implicazioni economiche. Negli ultimi anni, infatti, tra Israele e Libano è in atto un'insolita disputa che ha come oggetto la titolarità dell'hummus doc.  Così, a fine ottobre, 250 cuochi libanesi  si sono ritrovati per cucinare il più grande hummus mai realizzato: 1.350 chili di pasta di ceci mescolati con 400 litri di succo di limone.

Gli amici di Lolek
Gian Franco Svidercoschi

Gli amici di Lolek

Guida letteraria del gusto

Guida letteraria del gusto

Pagine enogastronomiche dai più grandi scrittori d'ogni tempo e latitudine
I segreti della Natura
Manuela Mariani

I segreti della Natura

Storie in rima di piante e animali