Terrasanta.net - Storie, attualità e archeologia dal Medio Oriente e dal mondo della Bibbia.
Storie, attualità e archeologia dal Medio Oriente e dal mondo della Bibbia

Video – Padre Musallam: solidarietà e libertà per Gaza

06/02/2009  |  Gaza City
email whatsapp whatsapp facebook twitter versione stampabile
https://www.youtube.com/embed/hKb7o

In occasione della visita a Gaza City, effettuata il 4 febbraio, dalla delegazione di ecclesiastici cristiani, il parroco latino di Gaza, padre Manuel Musallam, ha avuto modo di incontrare anche l'inviata di Telepace Holy Land. Alla quale ha raccontato brevemente la situazione della sua gente dopo la campagna militare israeliana del mese scorso. Musallam ringrazia per la solidarietà internazionale che ha fatto giungere molti aiuti. Ma, dice, come palestinesi continua a mancarci la nostra libertà.


In occasione della visita a Gaza City, effettuata il 4 febbraio, dalla delegazione di ecclesiastici cristiani, il parroco latino di Gaza, padre Manuel Musallam, ha avuto modo di incontrare anche l’inviata di Telepace Holy Land. Alla quale ha raccontato brevemente la situazione della sua gente dopo la campagna militare israeliana del mese scorso. Musallam ringrazia per la solidarietà internazionale che ha fatto giungere molti aiuti. Ma, dice, come palestinesi continua a mancarci la nostra libertà.

In Terra Santa coi francescani

Recarsi in Terra Santa è toccare con mano i luoghi in cui il Verbo di Dio è entrato nell’esperienza umana in Gesù di Nazaret.

Vai alla pagina
dell'Ufficio pellegrinaggi
Newsletter

Ricevi i nostri aggiornamenti

Iscriviti
Acque di Sopra e Acque di Sotto

Acque di Sopra e Acque di Sotto

Letture e interpretazioni di testi sacri
Finalmente libera!
Asia Naurīn Bibi, Anne-Isabelle Tollet

Finalmente libera!

I bambini non perdonano
Vanessa Niri

I bambini non perdonano

Che fine ha fatto l’infanzia al tempo del coronavirus?
Perché la politica non ha più bisogno dei cattolici
Fabio Pizzul

Perché la politica non ha più bisogno dei cattolici

La democrazia dopo il Covid-19