Storie, attualità e archeologia dal Medio Oriente e dal mondo della Bibbia

Un liceo torinese si confronta con la Terra Santa

29/01/2009  |  Torino
email whatsapp whatsapp facebook twitter versione stampabile

Viva partecipazione da parte degli allievi del liceo Einstein di Torino (classi seconde del sociopsicopedagogico e linguistico) all'incontro sulla situazione israelo palestinese che si è svolto lunedì mattina 26 gennaio, presso il teatro di via Bologna, nel capoluogo piemontese. La lezione di approfondimento, tenuta da padre Giorgio Vigna, Commissario di Terra Santa per il Piemonte, ha avuto come tema «I nodi irrisolti» ed è stata il momento conclusivo di un percorso di conoscenza proposto dagli insegnanti in concomitanza con i fatti di Gaza.


Viva partecipazione da parte degli allievi del liceo Einstein di Torino (classi seconde del sociopsicopedagogico e linguistico) all’incontro sulla situazione israelo palestinese che si è svolto lunedì mattina 26 gennaio, presso il teatro di via Bologna, nel capoluogo piemontese. La lezione di approfondimento, tenuta da padre Giorgio Vigna, Commissario di Terra Santa per il Piemonte, ha avuto come tema «I nodi irrisolti» ed è stata il momento conclusivo di un percorso di conoscenza proposto dagli insegnanti in concomitanza con i fatti di Gaza.

«Sono occasioni importanti per aiutare i ragazzi a prendere coscienza dell’attualità e della storia che ne spiega gli sviluppi» ha commentato la preside Emanuela Ainardi, «un’iniziativa che invita i nostri allievi a confrontarsi con l’informazione giornalistica e a capire meglio i nodi di una questione molto complessa». Padre Vigna ha spiegato le principali cause di conflitto tra i due popoli in cerca di pace e ha dato alcuni flash di come si vive oggi in Terra Santa: «Ogni giorno è all’insegna della precarietà, sul piano politico, economico, sociale, giovanile… ma c’è anche l’impegno oltre la speranza, perché nonostante i problemi gravi, in entrambi i popoli c’è chi si adopra seriamente per la pace». In proposito è stato illustrato il lavoro di alcune associazioni che in Terra Santa lavorano per il dialogo e la riconciliazione, come Rabbis for human rights, Parents Circle, Windows

Numerose le domande dei ragazzi e dei docenti, interessati a scoprire esperienze di vita e prospettive di pace che sfuggono alla cronaca di tutti i giorni. «È bello vedere giovani che vogliono capire questo angolo del mondo, che anche per gli adulti è difficile da conoscere in tanti suoi risvolti», commenta il relatore. «La scuola – conclude – può fare molto per suscitare il bisogno di farsi domande e di andare oltre i libri di testo».

La ricchezza del bene – nuova edizione
Safiria Leccese

La ricchezza del bene – nuova edizione

Storie di imprenditori fra anima e business
Incerti legami
Sandro Carotta

Incerti legami

Letture dalla Genesi
Spostare le montagne
Alessio Barberi

Spostare le montagne

L'energia della preghiera fra scienza e spiritualità