Terrasanta.net - Storie, attualità e archeologia dal Medio Oriente e dal mondo della Bibbia.
Storie, attualità e archeologia dal Medio Oriente e dal mondo della Bibbia.

Confessioni di un monaco

10/11/2008  |  Milano
email whatsapp whatsapp facebook twitter versione stampabile
Confessioni di un monaco

Una penna felice per pagine dipinte con linguaggio limpido e quasi poetico, capaci di trascinare il lettore nello stesso stupore dell'autrice, giovane giornalista francese della rivista Prier. È l'impressione che risalta fin dalle prime pagine di questa «lunga confessione» resa con viva emozione dal gesuita Paolo Dall'Oglio che nel 1982 scoprì, quasi per caso, in Siria il monastero di San Mosè l'Abissino che poi sarebbe diventato la sua casa e lo scenario di una vocazione spesa nel dialogo e nella preghiera.


Una penna felice per pagine dipinte con linguaggio limpido e quasi poetico, capaci di trascinare il lettore nello stesso stupore dell’autrice, giovane giornalista francese della rivista Prier. È l’impressione che risalta fin dalle prime pagine di questa «lunga confessione» raccontata con viva emozione (p. 13), «un libro di dialoghi» in cui «le frasi di Paolo, prese al volo, non sono state dettate; è il loro spirito che ho cercato di trascrivere» (p. 16). Il gesuita Paolo Dall’Oglio (1954), nel 1982, durante un viaggio in Siria, scopre per caso (anzi, per pura grazia) in cima a una montagna Deir Mar Musa el-Habashi (Monastero di San Mosè l’Abissino), risalente al VI secolo, ma abbandonato da due secoli: i resti della sua chiesa (XI sec.), avvolti dal deserto e dal cielo, sono un colpo di fulmine che spalanca gli orizzonti della vocazione del giovane religioso. Padre Paolo inizierà così nel 1991 la vita monastica in quel luogo carico di silenzio e di storia, e nel quale il dialogo cristiano-musulmano abita la vita quotidiana.

La «lunga confessione» si sviluppa in tre parti contenenti tanti capitoletti di varia lunghezza. Iniziando da quando «Mar Musa mise gli occhi su di lui» (p. 21), è tutto un susseguirsi di rapidi flash sulla vita del passato e del presente di padre Paolo. Ricchi sguardi che spaziano dalla sua famiglia naturale all’ingresso nella Compagnia di Gesù, dagli studi alla scoperta progressiva del Medio Oriente, dai primi contatti col mondo musulmano alla sua accoglienza interiore… Ricchi sguardi anche sui sentimenti e sulle emozioni: dal dubbio al desiderio, dalla nostalgia all’entusiasmo…

Libro affascinante e fresco da cui traspare la profonda e schietta umanità di un uomo, intensamente vissuta alla presenza trasformante di Dio: bella testimonianza di un monaco che nel deserto scopre e fa scoprire la bellezza tormentata dell’incarnazione di Dio.

Newsletter

Ricevi i nostri aggiornamenti

Iscriviti

In Terra Santa coi francescani

Recarsi in Terra Santa è toccare con mano i luoghi in cui il Verbo di Dio è entrato nell’esperienza umana in Gesù di Nazaret.

Vai al sito dell'Ufficio pellegrinaggi
Sostienici

Terrasanta.net conta anche sul tuo aiuto

Dona ora
Il libro delle risposte della fede
MichaelDavide Semeraro

Il libro delle risposte della fede

Domande scomode a Dio e alla Chiesa
Il Santo e il Sultano

Il Santo e il Sultano

Damietta, l’attualità di un incontro