Storie, attualità e archeologia dal Medio Oriente e dal mondo della Bibbia

Febbraio 2008


Milano, 06/02/2008

Cattolici ebreofoni nel Web

Il 22 dicembre 2007 è stato varato il sito web della comunità cattolica di espressione ebraica che vive in Israele. Lo si può consultare in quattro lingue diverse (ebraico, francese, inglese e russo) e vale la pena di farlo per accostare un aspetto poco noto della cattolicità che vive in Terra Santa.

Milano, 06/02/2008

Alla ricerca dell’essenziale

Nel numero di gennaio-febbraio il bimestrale Terrasanta dedica il dossier centrale al monachesimo in Palestina. L'esperienza monastica in Terra Santa fiorisce a partire dai primi secoli cristiani e vanta alcune luminose figure di santi eremiti. Ma si tratta di una storia che prosegue anche oggi.
Per approfondire il presente del monachesimo in Palestina abbiamo incontrato Daniel Attinger, monaco della fraternità di Bose che vive a Gerusalemme da diversi decenni occupandosi spesso della storia e della presenza monastica in Terra Santa.

Lo choc di Dimona
Milano, 05/02/2008

Lo choc di Dimona

Sono tornati gli attentati suicidi in Israele. E la notizia non può che dominare sulle pagine dei giornali. In Medio Oriente, ma non solo. L'impressione è quella di un copione purtroppo già visto tante volte. Però c'è un fatto nuovo che vale la pena di sottolineare: non poteva esserci un luogo più simbolico della città di Dimona, 40 mila abitanti, nel cuore del deserto del Negev. Non lontano da Dimona, infatti, sarebbe stoccato l'arsenale nucleare israeliano. Nella mente di chi ha progettato l'attentato, l'idea era proprio quella di colpire là dove Israele ha le sue armi più potenti. E ancora una volta le prospettive di pace potrebbero allontanarsi.

Il frutto verrà
Daniele Civettini

Il frutto verrà

L'arcivescovo Michael L. Fitzgerald, attuale nunzio apostolico in Egitto e rappresentante del Papa presso la Lega araba, fino al 2006 ha presieduto il Pontificio consiglio per il dialogo interreligioso. In quella veste ha raggiunto una certezza: il dialogo tra religioni e popoli diversi darà frutto a suo tempo. Soprattutto se non si avrà la pretesa di risultati immediati, se si saprà costruire nella pazienza e nella perseveranza, se si avrà la capacità di preparare il terreno e stabilire amicizie. Il messaggio è contenuto nel suo ultimo libro, Dialogo interreligioso, recentemente edito dalla San Paolo.

Sleiman: I cristiani iracheni hanno perso la fiducia
Milano, 01/02/2008

Sleiman: I cristiani iracheni hanno perso la fiducia

«La situazione della popolazione cristiana irachena è quella di una comunità che ha perso fede nel proprio Paese. Perciò l'emigrazione si è trasformata in un esodo, in una fuga. La paura domina ogni aspetto della vita e ogni episodio di violenza diventa una minaccia mortale». Monsignor Jean Benjamin Sleiman, arcivescovo latino di Baghdad, offre, in una lunga intervista rilasciata a Giuseppe Caffulli per la nostra rivista Terrasanta, una testimonianza in presa diretta di cosa significhi essere cristiani a Baghdad e nelle altre martoriate città di quella regione. Ne pubblichiamo ampi stralci.

Gli animali non mangiano pastasciutta
Manuela Mariani

Gli animali non mangiano pastasciutta

Storie in rima alla scoperta di evoluzione, anatomia e ambienti
Vivere da figli di Dio
Matteo Munari

Vivere da figli di Dio

Il cammino del discepolo in Mt 5,21-48
Turchia
Paolo Bizzeti, Sabino Chialà

Turchia

Chiese e monasteri di tradizione siriaca
I santi del sorriso
Gilberto Aquini

I santi del sorriso

Vite straordinarie tra storia, umorismo e devozione