Storie, attualità e archeologia dal Medio Oriente e dal mondo della Bibbia

Settembre 2007


La Signoria del Cristo
Milano, 17/09/2007

La Signoria del Cristo

Questa ricerca sulla dimensione cristologica della Lettera ai Colossesi ha come interlocutori ideali soprattutto teologi, studiosi del Nuovo Testamento e studenti di teologia ed esegesi biblica. Il lavoro di padre Najib si sviluppa intorno a ciò che costituisce l'unità di tutto il Nuovo Testamento: la figura di Gesù Cristo. L'insistenza cristologica non è uguale in tutti i libri del Nuovo Testamento. La Lettera ai Colossesi è guidata dall'inizio alla fine da una cristologia «alta», anzi può essere considerata tra i libri neotestamentari che segnano lo sviluppo più importante della cristologia.

La Giordania sfonda al cinema
Milano, 17/09/2007

La Giordania sfonda al cinema

Ai tempi di Indiana Jones e l'ultima crociata, furono le rovine di Petra ad essere scelte per custodire il Santo Graal, pubblicizzando a livello internazionale, una delle meraviglie del mondo moderno. Oggi la Giordania scopre di avere un paesaggio adatto ad ogni location cinematografica: dai castelli nel deserto alle rive del Mar Morto, dalla città dei mosaici di Madaba al monte Nebo, passando per il mercato di Amman. Oltre al turismo, il regno punta a sviluppare la nascente industria del cinema locale per attirare troupe televisive e registi con set adatti ad ogni genere.

Milano, 13/09/2007

Il Ramadan in tivù

Inizia il mese di Ramadan. Periodo che forse oggi varrebbe la pena di imparare a conoscere andando un po' oltre lo stereotipo del musulmano che di giorno non mangia e alla sera si ritrova a fare festa in famiglia. Una prospettiva interessante ce la offre oggi un articolo pubblicato sul quotidiano saudita Arab News. Che si concentra sul Ramadan inteso come stagione televisiva. Perché - spiega Abeer Mishkhas - il mese sacro è una vera e propria stagione a sé per il piccolo schermo nei Paesi musulmani.

I giovani neonazisti. Israele si guarda dentro
Milano, 13/09/2007

I giovani neonazisti. Israele si guarda dentro

Ora che lo choc ha lasciato il posto all'indignazione, ora che il becero rischia di prevalere sulla riflessione pacata, stride ancora di più quell'ossimoro, «israeliani e nazisti», che la scorsa settimana ha fatto irruzione nelle notizie di cronaca. Non è certo la prima volta che si verificano in Israele episodi di antisemitismo. Eppure solo in questo caso, solo davanti all'efferatezza di questa cellula di giovani immigrati russi imbevuti di ideologia neonazista arrestati a Tel Aviv, Israele è stato costretto a guardarsi allo specchio. Scoprendosi fragile, certo, insicuro, certo. Ma anche esclusivista, financo intollerante.

Il patriarca Sfeir: «Ai libanesi chiedo unità e fiducia»
Roma, 11/09/2007

Il patriarca Sfeir: «Ai libanesi chiedo unità e fiducia»

Il patriarca maronita Nasrallah Boutros Sfeir (86 anni) esorta i connazionali libanesi a «ritrovare la fiducia in se stessi» e a raggiungere un accordo sul nome del prossimo presidente della Repubblica, che secondo la Costituzione dev'essere cristiano, mentre sottolinea che la vittoria dell'esercito sui miliziani filo-alqaidisti nel campo palestinese di Nahr El-Bared è avvenuta grazie al fatto che «per la prima volta in trent'anni l'esercito è rimasto unito e solidale, cristiani e musulmani insieme». Di passaggio a Roma, dove ha incontrato il Papa e dove vedrà il presidente del Consiglio Romano Prodi e il ministro degli Esteri Massimo D'Alema, il patriarca punta l'indice ancora una volta contro la Siria e l'Iran, che continuano a «sostenere con armi e con denaro» le attività dei miliziani di Hezbollah anziché favorire la «loro integrazione nel resto del Paese». Nostra intervista.

L’appello di Burg
Milano, 10/09/2007

L’appello di Burg

Torna a parlare Avraham Burg, una delle coscienze critiche di Israele. Già il suo recente libro Defeating Hitler e la lunga intervista rilasciata ad Ari Shavit su Haaretz - con l'invito agli ebrei «a uscire dal ghetto sionista» - avevano fatto molto discutere qualche mese fa. Ora Burg lancia un'altra tesi forte: «Cari ebrei - dice - il nostro compito storico oggi è aiutare l'Occidente a non comportarsi con i musulmani come già si è comportato con noi in passato».

Gli amici di Lolek
Gian Franco Svidercoschi

Gli amici di Lolek

Guida letteraria del gusto

Guida letteraria del gusto

Pagine enogastronomiche dai più grandi scrittori d'ogni tempo e latitudine
I segreti della Natura
Manuela Mariani

I segreti della Natura

Storie in rima di piante e animali