Terrasanta.net - Storie, attualità e archeologia dal Medio Oriente e dal mondo della Bibbia.
Storie, attualità e archeologia dal Medio Oriente e dal mondo della Bibbia

Napolitano: «L’Italia con la Chiesa per la pace in Terra Santa»

02/01/2007  |  Roma
email whatsapp whatsapp facebook twitter versione stampabile
Napolitano: «L’Italia con la Chiesa per la pace in Terra Santa»
Il presidente della Repubblica Italiana, Giorgio Napolitano.

Nel suo primo messaggio augurale agli italiani da presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano ha voluto menzionare espressamente la Terra Santa. Per affermare che l'Italia è accanto alla Chiesa cattolica e alle sue molte voci che invocano pace tra israeliani e palestinesi. 


Anche il presidente della Repubblica Italiana, Giorgio Napolitano, ha voluto rivolgere un pensiero alla Terra Santa nel suo primo messaggio agli italiani in occasione del Capodanno.

Nel discorso trasmesso in televisione la sera del 31 dicembre scorso il presidente ha detto tra l’altro:

«In questo momento tragici bagliori ci giungono ancora dall’Iraq. Sentiamo come minaccia comune le guerre che sconvolgono il Medio Oriente, che insieme con la fame e le malattie attraversano e flagellano l’Africa, da ultimo ancora una volta in Somalia, e che toccano ancora altre regioni».

«La comunità internazionale, e in particolare l’Europa e l’Italia, non possono assistere inerti a questi conflitti, o al rischio della proliferazione nucleare ; sono tenute a fare la loro parte per promuovere pace, stabilità, disarmo, sviluppo, per sostenere ovunque la causa dei diritti umani. (…) Su questi grandi temi – la pace, in Terra Santa innanzitutto, tra israeliani e palestinesi; il dialogo con altre civiltà e altre fedi, nella distinzione e nel reciproco rispetto; il ruolo dell’Europa – colgo una profonda sintonia con la Chiesa cattolica, con le sue espressioni di base, con le sue voci più alte. Ne ho tratto conferma dall’aperto e cordiale incontro del 20 novembre con Papa Benedetto XVI, al quale invio di qui il mio saluto beneaugurante. C’è sintonia nel sollecitare un più giusto ordine mondiale, un modello di sviluppo globale diverso e più sobrio, di fronte a un ormai inquietante degrado dell’ambiente, che minaccia la stessa sopravvivenza umana».

In Terra Santa coi francescani

Recarsi in Terra Santa è toccare con mano i luoghi in cui il Verbo di Dio è entrato nell’esperienza umana in Gesù di Nazaret.

Vai alla pagina
dell'Ufficio pellegrinaggi
Newsletter

Ricevi i nostri aggiornamenti

Iscriviti
Sostienici

Terrasanta.net conta anche sul tuo aiuto

Dona ora
La notte di Natale
Papa Francesco

La notte di Natale

Il buon augurio del presepe
La città della speranza
Lesław Daniel Chrupcała

La città della speranza

Incontrare Gerusalemme