Storie, attualità e archeologia dal Medio Oriente e dal mondo della Bibbia

Giugno 2006


Milano, 23/06/2006

L’economia israeliana cresce. La povertà nei Territori anche.

Da gennaio a marzo 2006 l'economia israeliana ha conosciuto un balzo in avanti, trascinata dal mercato dell'auto e dalla ripresa del turismo. La situazione nell'Autonomia nazionale palestinese è invece preoccupante. Il Programma alimentare mondiale ha fatto sapere all'inizio di giugno che è cresciuto del 25 per cento il numero delle persone assistite.

 

Città del Vaticano, 22/06/2006

Benedetto XVI alla Roaco: «Situazione del Medio Oriente è motivo di sofferenza»

In un discorso rivolto ai membri della Roaco, l'organismo caritativo per il sostegno delle Chiese orientali, il Papa ha stigmatizzato il clima di grave insicurezza e le innumerevoli restrizioni patite dai cristiani della Terra Santa e di tutto il Medio Oriente.

Gerusalemme, 22/06/2006

La città santa tra le stelle

Due astronomi della Repubblica Ceca hanno identificato un nuovo piccolo pianeta e l'hanno chiamato Gerusalemme. Un omaggio alla città santa, che è faro di luce per ebraismo, cristianesimo e islam.

Engelbert e i suoi fratelli
Giampiero Sandionigi

Engelbert e i suoi fratelli

Un libro dedicato alla vita e al martirio del francescano tirolese Engelbert Kolland, ucciso in Siria nel 1860 insieme con altri confratelli. L'autore, il frate svizzero Gottfried Egger, ci conduce alla scoperta di una biografia ancora poco conosciuta al grande pubblico italiano.

Il pane, quotidiano e divino, al Museo di Israele
Gerusalemme, 16/06/2006

Il pane, quotidiano e divino, al Museo di Israele

Nelle vicinanze del Parlamento israeliano, a Gerusalemme, sorge una delle più importanti istituzioni culturali della città: il Museo d'Israele. In questa sede si è aperta una interessante mostra temporanea sul pane, elemento di uso quotidiano e di valore sacrale presente nelle religioni monoteistiche.

Città del Vaticano, 14/06/2006

L’apprensione della Santa Sede

Dopo la recrudescenza di operazioni belliche nei giorni scorsi tra Israele e palestinesi, il Vaticano esprime a voce alta la sua preoccupazione e invita a tutelare la vita della popolazione civile. La posizione vaticana resa pubblica questa mattina con una nota del direttore della Sala stampa Joaquín Navarro-Valls.

Milano, 13/06/2006

Un ricordo di abuna Matta al-Meskin (1919-2006)

Un ricordo di abuna Matta al-Meskin, una delle figure di spicco del monachesimo copto contemporaneo, spentosi l'8 giugno scorso in Egitto. Eremita, maestro e fondatore di nuove comunità era stato anche un autore spirituale prolifico, che ha dato un grande contributo al risveglio della Chiesa copta.

I dove e i quando della storia ebraica
Milano, 12/06/2006

I dove e i quando della storia ebraica

Martin Gilbert se lo era posto come obiettivo. Il suo Atlante non doveva porre «un'enfasi eccessiva sui molti aspetti terribili della storia ebraica», comunque censiti nelle 137 tavole che lo compongono. L'opera cerca di «tratteggiare con uguale intensità» anche gli aspetti positivi dei quattromila anni di vita ebraica.

C’era una volta Aleppo. Colloquio con mons. Giuseppe Nazzaro
Siria, 12/06/2006

C’era una volta Aleppo. Colloquio con mons. Giuseppe Nazzaro

Il vicario apostolico (di rito latino) della città siriana di Aleppo conversa con il nostro inviato e racconta di una comunità cristiana vivace ma sempre meno consistente sotto il profilo numerico.
I cristiani emigrano o vanno a stabilirsi in altre regioni della Siria alla ricerca di condizioni economiche meno svantaggiose. Un esodo cominciato con la nazionalizzazione dell'istruzione e la confisca delle scuole cattoliche iniziata dopo la sconfitta nella Guerra dei sei giorni del 1967.
Oggi la comunità cattolica celebra la liturgia con grande fede e può contare sul contributo di personale e mezzi offerto da istituti religiosi maschili e femminili. Proprio tra le suore vi sarà presto una nuova presenza, targata Italia e all'insegna della vita monastica contemplativa.

Miraggi per liceali: una cella israeliana
Territori Palestinesi, 08/06/2006

Miraggi per liceali: una cella israeliana

Pare che che la gattabuia non faccia più paura. Anzi, non pochi giovani palestinesi vanno a cercarsi la prigione come una medaglia da appuntarsi al petto. Anche a costo di qualche rischio. Da detenuti possono continuare a studiare e magari conseguire il diploma, mentre la loro famiglia percepisce un sussidio dall'Autorità Palestinese. Una storia come altre, quella di Sharif, raccontata dal quotidiano francese Le Figaro.

Gli amici di Lolek
Gian Franco Svidercoschi

Gli amici di Lolek

Guida letteraria del gusto

Guida letteraria del gusto

Pagine enogastronomiche dai più grandi scrittori d'ogni tempo e latitudine
I segreti della Natura
Manuela Mariani

I segreti della Natura

Storie in rima di piante e animali