Il San Giuseppe per il parto umanizzato


 Christian Media Center |  15 gennaio 2018

L'ospedale (cattolico) San Giuseppe, a Gerusalemme Est, offre alle gestanti palestinesi tutte le opportunità per un parto sicuro, ma non eccessivamente medicalizzato.


Situato nel quartiere di Sheikh Jarrah (nella parte nordorientale di Gerusalemme), l’ospedale San Giuseppe, è al servizio della popolazione palestinese di Gerusalemme Est, Cisgiordania e Striscia di Gaza. Il nosocomio fu fondato dalle suore di San Giuseppe dell’Apparizione nel 1948, all’indomani della nascita dello Stato di Israele e della prima guerra arabo-israeliana, che produsse un’ondata di profughi palestinesi rimasti privi dei loro beni e della possibilità di rivolgersi agli ospedali rimasti al di là della linea verde.

Le suore di San Giuseppe dell’Apparizione, molto attive in Terra Santa sin dal 1848, cercano di offrire un servizio sanitario qualificato, con particolare riguardo per i pazienti meno abbienti.

Maggie, madre dei poveri

Nata e cresciuta in un ambiente sociale agiato, questa cristiana copta del Cairo - moglie e madre - ha scelto di dedicare sé stessa ai poveri delle periferie egiziane. Riconocimenti da tutto il mondo.

Shomali: «Fratellanza Umana, un documento da studiare»

Il testo firmato da papa Francesco e dall'imam Ahmad Al-Tayyib il 4 febbraio scorso e le iniziative utili a farlo conoscere, in Giordania e altrove. Nostra intervista al vescovo William Shomali.

Il presidente Sergio Mattarella al Monte Nebo

Durante la sua visita ufficiale in Giordania, il presidente della Repubblica Italiana ha fatto tappa al Memoriale di Mosè, sul Monte Nebo, dove è stato accolto dai francescani della Custodia di Terra Santa.

«Guardarsi negli occhi senza pregiudizi»

La preghiera che cambia: giovani cristiani e musulmani, mediorientali ed europei, uniti nel primo incontro ecumenico di Taizé che si è svolto a Beirut a fine marzo, raccontano quella esperienza