Il principe impietoso

In Arabia Saudita il ricorso al boia non è raro. Ora anche tre illustri studiosi rischiano la pena capitale. Hanno criticato pubblicamente alcune politiche del principe ereditario Mohammed bin Salman.

Israele Stato ebraico per legge

Suscita interrogativi la legge sullo Stato della nazione ebraica approvata quest'oggi a Gerusalemme dal Parlamento israeliano. Sempre più Stato confessionale e sempre meno Stato democratico?

Ad Aleppo lo sceicco che piace ai cristiani

Sull'islam Sheikh Mahmud Akkam, il muftì di Aleppo, ha un pensiero originale e coraggioso. E per i connazionali cristiani parole di stima. Partiti i nemici esterni, dice, la Siria si riprenderà.

Ritorno a Maaloula

Il piccolo villaggio siriano di Maaloula, non è più come nel 2013, quando vi si annidarono i terroristi di Jabat al-Nusra. L'unico luogo al mondo in cui si parli ancora il dialetto di Gesù rinasce, con qualche incognita.

Sanzioni in Siria, lo strabismo europeo

Il Consiglio europeo ha deciso di prolungare di un altro anno ed estendere le sanzioni economiche e politiche contro la Siria. Verso i Paesi fiancheggiatori dei terroristi linea morbida invece.

Tra Usa e Iran il dilemma dell'Europa

Sull’accordo per fermare il nucleare iraniano e levare le sanzioni, il no di Trump divide Europa e Stati Uniti. Ma la Ue saprà restare unita di fronte a un eventuale scontro aperto tra Usa (con Israele) e Iran?  

Iran, da che parte sta Macron?

Circa l'accordo nucleare con l'Iran firmato nel 2015 da Usa, Russia, Cina, Francia e Regno Unito (con Germania e Unione Europea), il presidente francese sta con Trump. Ma l'Ue dice il contrario.

Bersagli civili

Tra il 2011 e il 2016 il numero dei civili uccisi, nel mondo, da atti di violenza compiuti con esplosivi è aumentato del 48 per cento. In guerra i militari muoiono meno.

Ankara si insinua nelle fratture tra i curdi

Il governo turco allenta la pressione sui curdi iracheni – stretti nella morsa tra Iraq, Iran e Turchia – mentre calca la mano contro i curdi siriani nel cantone di Afrin.

La maledizione del doppio standard

Ghouta e Afrin, due teatri di guerra in Siria, due livelli di attenzione diversi da parte dei media (e dei governi) occidentali. Riflettori sul primo, penombra sul secondo. Perché?