Attualità

Shomali nuovo vicario per i cattolici latini in Giordania


 Terrasanta.net |  9 febbraio 2017

Monsignor William Shomali, nuovo vicario patriarcale latino per la Giordania. (foto Mazur/Catholicnews.org.uk)

Al centro della foto l'arcivescovo Maroun Lahham. (foto Marcin Mazur/Catholic Church England and Wales)

L’amministratore apostolico del patriarcato latino di Gerusalemme, mons. Pierbattista Pizzaballa, ha trasferito ad Amman l'ausiliare mons. William Shomali. Che subentra a mons. Maroun Lahham.


(g.s.) – Monsignor William Shomali, vescovo ausiliare del patriarcato latino di Gerusalemme, è stato trasferito ad Amman come vicario patriarcale per la Giordania. Lo ha riferito ieri un comunicato della curia che riferisce la decisione dell’amministratore apostolico, mons. Pierbattista Pizzaballa.

Fino a ieri Shomali era vicario per Gerusalemme, incarico assunto nel 2010, dopo l’ordinazione episcopale. Il presule – nato nel 1950 a Beit-Sahur, alle porte di Betlemme – è palestinese e appartiene al clero del patriarcato dal 1972, anno in cui fu ordinato sacerdote.

Ad Amman prende il posto di mons. Maroun Lahham – anch’egli di famiglia palestinese, ma con passaporto giordano – che ha rassegnato le dimissioni a 68 anni d’età. Dimissioni accettate dal Papa il 4 febbraio scorso.

Negli ambienti cristiani di Gerusalemme, mons. Lahham era considerato come un possibile successore del patriarca Fouad Twal, al quale era già subentrato nella sede di Tunisi, diocesi che ha guidato dal 2005 al 2012, subito prima d’esser trasferito ad Amman. Le cose sono andate diversamente: anche in considerazione di un dissesto finanziario nel bilancio della diocesi, nel giugno scorso la Santa Sede ha invece preferito nominare un amministratore apostolico nella persona di mons. Pizzaballa, il quale da poco aveva concluso il suo lungo mandato (12 anni) di Custode di Terra Santa.

---

Clicca qui per un'intervista a mons. Shomali dopo la nomina. Dal sito web del Patriarcato latino di Gerusalemme.


 aggiornato alle 11.57 del 24.02.2017

Monete d'epoca bizantina ritrovate presso Gerusalemme

Gli archeologi israeliani hanno ritrovato nove monete di bronzo del periodo bizantino. I dischetti metallici recano incisi delle croci e i volti degli imperatori Giustiniano, Maurizio e Foca.

Santo Sepolcro, è gioia ecumenica per il restauro ultimato

Clima festoso questa mattina a Gerusalemme, nella basilica del Santo Sepolcro, per la conclusione dei restauri dell'edicola della tomba vuota di Gesù. Un'impresa che sembrava impossibile.

Al Santo Sepolcro terminano i lavori, ma si guarda avanti

A Gerusalemme terminano domani ufficialmente, con una preghiera ecumenica in basilica, i lavori di restauro dell'edicola del Santo Sepolcro. Il Vaticano invia un contributo finanziario.

Palestinesi perplessi per l'hotel di Bansky a Betlemme

La notizia dell'apertura di un albergo a Betlemme da parte del celebre graffitista Bansky ha fatto il giro del mondo nei giorni scorsi. Un'idea che non tutti applaudono.