Film, mostre ecc.

Status quo, o come cogestire gli spazi sacri


 Terrasanta.net |  12 febbraio 2019

La sede del Museo d'Arte di Tel Aviv.

A Venezia, nell'edizione 2018 della Biennale di Architettura, Israele ha presentato un padiglione sullo Status quo come esperienza di condivisione degli spazi sacri in Terra Santa. La mostra è ora a Tel Aviv.


Il Museo d’Arte di Tel Aviv ospita fino al 22 giugno 2019 una mostra dal titolo In Statu Quo: Structures of Negotiation (Nello Statu Quo: Strutture di negoziazione).

L’istituzione culturale della più dinamica città israeliana non fa che riproporre al pubblico i contenuti del padiglione di Israele alla Biennale di architettura 2018, che ha chiuso i battenti il 25 novembre scorso a Venezia.

La mostra affronta il complesso tema dello Status Quo in Terra Santa fissando l’attenzione su cinque emblematici luoghi sacri condivisi, cogestiti, o rivendicati, da diverse comunità religiose: la basilica del Santo Sepolcro; la piazza antistante il Muro occidentale (o “del pianto”, o Kotel); la tomba di Rachele, a Betlemme; la tomba dei Patriarchi, a Hebron; la “provvisoria” rampa in legno che consente ai non musulmani l’accesso alla Spianata delle Moschee.

Il percorso espositivo illustra i complessi meccanismi che regolano e rendono possibile la coesistenza in questi luoghi, sia pure in modo controverso e fragile

Il sistema dello Status quo affonda le radici in epoca ottomana, ma è stato tutelato anche nel periodo successivo del Mandato Britannico e trova applicazione ancora oggi nello Stato di Israele e nei Territori dell’Autonomia palestinese. Richiede a qualunque autorità civile eserciti il potere di conservare quel delicato reticolo di negoziati e accordi che consentono di regolare la quotidiana convivenza e gestione degli spazi.

Tra i curatori della mostra c'è Tania Coen-Uzzielli, archeologa ebrea di origini italiane, che dal primo gennaio scorso dirige il Museo d’Arte di Tel Aviv, dopo aver lavorato per 18 anni al Museo di Israele di Gerusalemme.

---

Se sei in zona e vuoi visitare la mostra, clicca qui per l'indirizzo e gli orari d'accesso del Museo d'Arte di Tel Aviv.

Nasrallah e il compito del poeta

A tu per tu con Ibrahim Nasrallah, scrittore palestinese che negli anni ha arricchito la poetica e la letteratura araba con una produzione corposa e profonda: 19 romanzi e 17 raccolte di poesie.

Visite 2.0 al Terra Sancta Museum

Da febbraio 2019 è disponibile una nuova App in più lingue per i visitatori del Terra Sancta Museum a Gerusalemme. La si può scaricare gratuitamente sul proprio cellulare e poi lasciarsi guidare.

Saxum, un'introduzione alla Terra Santa

Nel villaggio di Abu Gosh, 13 chilometri a ovest di Gerusalemme, sorge il Centro Saxum, una nuova “porta d’accesso” alla Terra Santa, illustrata ai pellegrini con un percorso multimediale.

In Terra Santa coi francescani

Recarsi in Terra Santa è toccare con mano i luoghi in cui il Verbo di Dio è entrato nell'esperienza umana in Gesù di Nazaret. I frati minori della Custodia promuovono i pellegrinaggi con l'apposito Ufficio di Roma.