Letture

L'Egitto di san Francesco


 Terrasanta.net |  3 ottobre 2018

Lo spagnolo Manuel Corullón, frate minore che da 25 anni vive in Marocco e coltiva il dialogo con i musulmani, rilegge in questo agile volume il celebre incontro tra san Francesco e il sultano d'Egitto nel 1219.


Nel 2019 ricorrono 800 anni dal celebre episodio di dialogo avvenuto sul campo di battaglia, a Damietta in Egitto, tra san Francesco d’Assisi e il sultano Malik al-Kamil. Un evento d’epoca crociata che nei secoli seguenti è stato interpretato da prospettive spesso confliggenti. Lo spagnolo Manuel Corullón, frate minore che da 25 anni vive in Marocco e coltiva il dialogo con i musulmani, in questo libretto tascabile di agevole e rapida lettura, offre una lettura di quell’incontro oggi largamente condivisa nel suo Ordine.

Soffermandosi su quella che fu l’esperienza di Francesco e sugli echi che essa produsse nei successivi scritti e ammaestramenti del Fondatore, fra Corullón scrive: «Francesco non condivide il progetto della società e della Chiesa del suo tempo, che consisteva nell’andare incontro ai musulmani con la forza delle armi: sceglie piuttosto di andare loro incontro e di vivere tra di loro con la sola forza del vangelo. Rifiuta la confusione tra annuncio e conquista: gli interessa, insieme ai suoi frati, tener vivo l’unico possibile significato della missione secondo il vangelo, caratterizzata dalla testimonianza pacifica seguita dall’annuncio. Francesco separa chiaramente la missione evangelica dalle violenze della crociata; la sua visione evangelica si basa sul proposito di sottomettersi ad ogni creatura, persino ai nemici, anche ai musulmani, e di vivere in pace tra di loro». (g.s.)

---

Manuel Corullón, ofm
L’incontro tra Francesco d’Assisi e il Sultano
Un dialogo che interroga e provoca
Edizioni Biblioteca Francescana, Milano 2018
pp. 96 – 9,00 euro

 

Ti interessa questo libro? Acquistalo qui

Status quo, o come cogestire gli spazi sacri

A Venezia, nell'edizione 2018 della Biennale di Architettura, Israele ha presentato un padiglione sullo Status quo come esperienza di condivisione degli spazi sacri in Terra Santa. La mostra è ora a Tel Aviv.

Lager Libia

Pagine per chi non vuole chiudere gli occhi e la coscienza su quanto accade oggi a sud del Mediterraneo, in quel che resta della Libia, base operativa dello schiavismo contemporaneo.

Un papa giù dal trono

Nessun papa è universalmente amato. Ma contro papa Francesco, che tantissimi amano, si alzano critiche anche feroci e ingiuste. Questo libro ne propone alcune, per smontarle e smascherare le falsità.

In Terra Santa coi francescani

Recarsi in Terra Santa è toccare con mano i luoghi in cui il Verbo di Dio è entrato nell'esperienza umana in Gesù di Nazaret. I frati minori della Custodia promuovono i pellegrinaggi con l'apposito Ufficio di Roma.