2017-2019, un biennio di celebrazioni nel segno del dialogo


 (g.c.) |  maggio-giugno 2017

In questa miniatura il dialogo tra san Francesco e il sultano a Damietta, in Egitto.

Nel 1217 nacque la Provincia d’Oltremare dei frati minori, l'inizio della presenza dell'Ordine fondato da san Francesco d'Assisi in Medio Oriente. Due anni dopo il Santo era in Egitto.


Il 1217 è l’anno della nascita della Provincia d’Oltremare, che segna l’inizio della presenza dei frati minori in Medio Oriente. «In autunno – spiega fra Perry – insieme al vicario dell’Ordine mi recherò per tre giorni in Terra Santa per partecipare a una celebrazione e a un convegno in ricordo di quell’evento, che è alle origini della nostra vocazione missionaria. Il secondo passo è la memoria del 1219-20, con la visita di san Francesco in Egitto, a Damietta, al sultano Malik al Kamel. La nostra Commissione internazionale per il dialogo già da sei mesi sta lavorando per elaborare un programma. Noi non vogliamo fare una celebrazione isolata, solo a Roma o solo a Damietta. Vogliamo coinvolgere tutta la famiglia francescana in un progetto comune, che dia il senso di quell’evento. Che non deve essere uno sguardo sul passato, ma un momento capace di aiutarci a guardare avanti. Dobbiamo ripartire in sostanza dall’insegnamento di Damietta: la nostra vocazione al dialogo».

Un tema del quale il religioso ha parlato anche con Papa Francesco, in partenza per il viaggio in Egitto (dove si è recato il 28 e 29 aprile scorso). «Abbiamo informato il Papa di questi nostri progetti e ha rimarcato questa nostra specifica vocazione francescana. Chissà che lui, in vista della doppia ricorrenza del 1217-1219, non voglia scrivere qualcosa in merito, soprattutto rivolgendosi alla Custodia di Terra Santa».

Anche la Cina è pellegrina

Cresce il numero di pellegrini cinesi. E la Custodia mette a profitto la sua internazionalità. I frati sinofoni saranno presto affiancati dalla prima comunità di suore formate come guide.

Il profumo della vita nuova

Le donne che per prime incontrano Gesù risorto sono le «mirofore», cioè portatrici di oli profumati. Come loro, anche noi dobbiamo diffondere il profumo di Cristo.